TERAPIA CHIRURGICA

Il laser è uno strumento utile nel trattamento di svariati tipi di patologie utilizzato in molti settori della medicina.

In ginecologia può essere utilizzato come strumento chirurgico per:

Come funziona?

Quando il laser incontra i tessuti gli effetti ottenuti possono essere numerosi, a seconda della temperatura raggiunta, può vaporizzare, carbonizzare, coagulare, stimolare la rigenerazione o solamente scaldare.

Lo strumento è un’ amplificatore di luce: l’energia emessa dal passaggio attraverso un mezzo viene focalizzata creando un unico fascio unidirezionale.

La luce laser ha delle proprietà uniche rispetto alle altre presenti in natura. I vari tipi di laser si distinguono per il mezzo che focalizza la luce (CO2; Erbium; Diodo; Alessandrite; etc) ed ognuno di essi è ottimale rispetto al settore in cui viene impiegato.

Il laser ad anidride carbonica (CO2) è uno di quelli più efficienti: utilizza una miscela di anidride carbonica, elio ed azoto ed ha moltissima affinità con l’acqua